Dott. Andrea Migliaccio

Dott. Andrea Migliaccio

Osteopata e Fisioterapista

Cell.: 339 2307272

Email: migliaccioandre@tiscali.it

https://www.miodottore.it/andrea-migliaccio/osteopata-fisioterapista/roma 

CHI SONO: 

Sono il Dott. Andrea Migliaccio, nato e residente a Roma dove esercito come osteopata presso il Centro Physio Life, zona Piramide, e dove inoltre ricopro l'incarico di responsabile del servizio di fisioterapia.

Ho conseguito il diploma in osteopatia nel 2005, presso la scuola C.E.R.D.O. di Roma, dopo un regolare corso di studi di sei anni.

Sono approdato all'osteopatia dopo un percorso di studi abbastanza lungo, che ritengo essere completo in ambito riabilitativo e della salute, iniziando con la Laurea in Scienze Motorie conseguita nel 1990 presso l'Università degli studi di Roma La Sapienza Foro Italico, seguita poi nel 1998 dalla Laurea in Fisioterapia. Nel corso di questi ultimi anni sono andato sempre più specializzandomi, in ambito osteopatico, verso la terapia Cranio-Sacrale Biodinamica e l'Osteopatia Biocentrica, ed ho inoltre avuto modo di arricchire le mie competenze professionali osteopatiche con l'apprendimento della Kinesiologia Applicata e della Miofibrolisi Diacutanea, facenti parte entrambe della terapia manuale.

PRESTAZIONI E COSTI: 

> Terapia Cranio-Sacrale                  Euro 80,00

    Compresa Valutazione Osteopatica

>  Trattamento Cefalea                     Euro 80,00

    Compresa Valutazione Osteopatica

Trattamento della Cervicalgia       Euro 80,00

    Compresa Valutazione Osteopatica 

>Trattamento Lombalgia                  Euro 80,00

    Compresa Valutazione Osteopatica  

> Valutazione Posturale                   Euro 30,00


CHE COSA E' L'OSTEOPATIA E IN COSA CONSISTE UN TRATTAMENTO OSTEOPATICO:  

L'osteopatia fa parte delle medicine non convenzionali e il suo valore terapeutico è ormai riconosciuto a livello mondiale. Essa si fonda su un approfondito apprendimento dell'anatomia umana topografica e palpatoria, della fisiologia, della fisiopatologia e della biomeccanica, ed è grazie a tali competenze che il professionista del settore costruisce la propria abilità e sensibilità manuale e la propria professionalità.

L'osteopatia si occupa di individuare e trattare mediante l'applicazione di sole tecniche manuali, disfunzioni e squilibri osteo-muscolo-articolari , viscerali e craniosacrali, senza l'utilizzo di alcun tipo di terapia fisica. Si avvale di un approccio globale al paziente, indirizzato ad inquadrarlo non solo attraverso il sintomo che riferisce, bensì analizzandolo in tutta la sua globalità. Qualsiasi tecnica venga applicata al paziente, sebbene trovi come primo terreno di entrata la struttura, è necessario sapere che l'azione svolta è comunque rivolta alla liberazione e al miglioramento della vascolarizzazione e dell'innervazione del distretto interessato dalla disfunzione, liberando il quale si ottiene come effetto finale utile un miglioramento generale della circolazione di tutti i liquidi e della innervazione, giungendo alla risoluzione della lesione o ad una sicura modificazione del quadro clinico. Tutto ciò è ottenuto passando attraverso la mobilizzazione della fascia e del tessuto connettivo di cui tutto il corpo è costituito. La fascia è la struttura che per prima viene contattata e manipolata dall'osteopata rappresenta l'elemento unificatore del corpo. Altro precetto fondamentale dell'osteopatia.

Lavorando sulla struttura e migliorando la sua mobilità si ottiene il miglioramento della funzione legata alla stessa struttura. Il corpo grazie alle sue capacità di autoguarigione completerà la risoluzione della malattia.

Tutto ciò viene ottenuto mediante un'iniziale colloquio, che verte sulla conoscenza della storia clinica passata e presente del paziente, un esame posturale statico e dinamico, test muscolari, test neurologici ed ortopedici specifici, applicati ogni qual volta la situazione clinica lo richieda.

Viene effettuata, poi, una vera e propria valutazione osteopatica, imperniata sull'esame palpatorio e della mobilità tissutale ed articolare della o delle strutture trovate in disfunzione.

In ultimo si effettua la parte finale della seduta costituita dal lavoro manuale di normalizzazione delle disfunzioni trovate.

Attraverso l'apprendimento prima dell'anatomia umana, poi dell'anatomia topografica e palpatoria ed infine mediante l'esperienza acquisita nel corso degli anni, l'osteopata può contare su uno strumento diagnostico che sono le proprie mani, mani sensibili ed intelligenti.

Il lavoro manuale è assolutamente non invasivo e l'osteopata ha a sua disposizione differenti tecniche di normalizzazione, da quelle strutturali, a quelle fasciali, viscerali, ed infine quelle cranio-sacrali. Così l'osteopata potrà fare ricorso ad una delle tecniche di cui sopra a seconda delle circostanze e delle condizioni che va ad incontrare e in base alla tipologia di paziente che si trova a trattare,

Le singole sedute mediamente possono durare da 45 minuti ad 1 ora.

I campi di applicazione dell'Osteopatia sono :

  • Sciatiche

  • Lombalgie - Lombosciatalgie

  • Dorsalgie - Nevralgie intercostali

  • Cervicalgie - Cervicobrachialgie

  • Distorsioni articolari e legamentose

  • Disequilibri posturali ( scoliosi, ipercifosi, iperlordosi ecc.)

  • Artrosi

  • Osteoporosi

  • Reumatismi

  • Emicranie

  • Disfunzioni dell' ATM ( Art.ne Temporo Mandibolare )

  • Sinusiti

  • Nevralgie facciali

  • Coliti, Gastriti, Ernie Iatali